Diventare agente immobiliare: requisiti, cosa fare e quale percorso seguire per l’abilitazione al ruolo

Dicono che sia il mestiere più bello del mondo. Per noi di FRIMM e REplat, lo è senza alcun dubbio perché l’agente immobiliare lavora quotidianamente per realizzare i sogni delle persone e, per riuscirci, deve non soltanto conquistarsi la loro fiducia ma essere anche un esperto conoscitore del mercato del mattone, delle leggi che lo governano e delle continue novità che lo modificano. Sì, perché per compravendere immobili sono necessarie specifiche competenze e una salda preparazione su vari fronti: legale, fiscale, catastale, economico, di marketing e anche psicologico. Ma andiamo con ordine.

Chi è un agente immobiliare

Per la legge italiana, l’agente immobiliare è un mediatore. Un operatore che, nel processo di compravendita di un immobile, media, appunto, tra il venditore e l’acquirente. Nel mondo di FRIMM e di REplat – un mondo basato sul sistema di condivisione immobiliare MLS (Multiple Listing Service) che permette agli agenti immobiliari di collaborare proprio nel processo di compravendita – l’agente è qualcosa di più perché può decidere, proprio grazie al sistema MLS, di collaborare con un collega e, a seconda dei casi, rappresentare soltanto il cliente venditore oppure soltanto il cliente acquirente. Per saperne di più su come lavorano gli agenti immobiliari del Gruppo FRIMM è possibile cliccare qui.

Nello specifico, l’agente immobiliare si occupa della vendita o dell’affitto di immobili di qualsiasi tipologia (residenziale, commerciale, industriale, turistico…) e ha l’obiettivo, come già chiarito, di trovare un accordo tra chi vende o affitta un immobile e i potenziali acquirenti o affittuari.

I requisiti per diventare un agente immobiliare

I requisiti per diventare agente immobiliare e prendere l’abilitazione al ruolo non sono tanti ma è bene sapere che bisogna:

  • avere almeno 18 anni
  • avere un diploma di scuola superiore
  • essere cittadini italiani o europei o, ancora, avere la propria residenza in Italia
  • godere dei diritti civili
  • risiedere nella provincia della Camera di Commercio in cui ci si vuole iscrivere
  • frequentare un corso di formazione professionale obbligatorio
  • affrontare e superare gli esami di scritto e di orale presso la Camera di Commercio.

Superare gli esami in Camera di Commercio permette di conseguire il cosiddetto “patentino da agente immobiliare” ovvero l’abilitazione al ruolo, essenziale per esercitare la professione. Con l’abilitazione – e il conseguente patentino d’agente di Affari in Mediazione che viene rilasciato dalla Camera di commercio – è poi necessario procedere all’iscrizione al Registro delle Imprese o al REA (Repertorio delle Notizie Economiche e Amministrative), presso la Camera di Commercio. Infine, è necessario avere un’assicurazione professionale contro i rischi professionali ad hoc per l’agente immobiliare.

Potrebbe sembrare ovvio ma in un articolo come questo è giusto sottolineare che per diventare agente immobiliare è obbligatorio avere anche determinati requisiti morali:

  • non essere interdetto, inabilitato, fallito, condannato per delitti contro la Pubblica Amministrazione, l’economia pubblica, l’industria e il commercio, ovvero per i delitti di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione e per ogni altro reato per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a due anni e nel massimo a cinque anni;
  • non essere stato sottoposto a normative antimafia;
  • non essere assoggettato a sanzioni amministrative accessorie di cui all’art. 5 della legge 507/1999.

Cosa deve sapere un agente immobiliare

Coloro che desiderano diventare agenti immobiliari dovranno approfondire il diritto civile, tributario e urbanistico, ottenere conoscenze in materia fiscale, di finanziamenti e mutui e, in generale, avere nozioni di marketing, gestione dei clienti e negoziazione.

Gli agenti immobiliari del Gruppo FRIMM vengono guidati sin dal primo giorno in un vero e proprio percorso professionale che è racchiuso in quello che viene chiamato “Metodo FRIMM“. Nel Metodo vengono individuati processi, procedure e attività per ogni singolo step della carriera dell’agente così da non lasciare spazio a dubbi ma, al contempo, da permettere a ognuno di muoversi in questa splendida professione al suo ritmo e alla sua velocità.

One thought on “Diventare agente immobiliare: requisiti, cosa fare e quale percorso seguire per l’abilitazione al ruolo

Add yours

Rispondi Annulla risposta

Powered by WordPress.com.

Up ↑

Exit mobile version
%%footer%%