Due o più mediatori in una compravendita: come viene pagato l’agente immobiliare? 

La provvigione degli agenti immobiliari: quando, come, perché? Spesso durante una compravendita immobiliare, per i motivi più disparati, ci troviamo davanti all’intervento di più mediatori. In questo caso il compenso spetta a un solo agente immobiliare o a tutti i soggetti coinvolti? E in che termini? Questo è il dilemma. Facciamo chiarezza! 

LA PROVVIGIONE: COS’È E COME SI CALCOLA 

La provvigione non è altro che il compenso che spetta all’agente immobiliare per il servizio erogato e, normalmente, corrisponde a una percentuale che può variare in base al prezzo dell’immobile e alla città di riferimento oppure che può essere stabilita con un fisso a discrezione delle parti. 

Stabilito questo, quali sono i casi in cui un agente immobiliare ha diritto alla provvigione secondo la legge? Il diritto alla provvigione matura nel momento in cui l’affare – la compravendita di una casa o, più in generale, di un immobile – si conclude grazie al contributo del mediatore ed entrambe le parti (acquirente e venditore) sottoscrivono il contratto, anche nel caso in cui una delle parti dovesse poi rendersi inadempiente. 

PIÙ AGENTI IMMOBILIARI COINVOLTI IN UNA COMPRAVENDITA: CHI RICEVE LA PROVVIGIONE? 

Cosa succede, invece, quando la trattativa viene conclusa grazie all’intervento di più due o più agenti immobiliari? 

I casi in cui questo accade sono sempre più frequenti:  

  • potrebbe rendersi necessaria la collaborazione tra colleghi; 
  • un agente potrebbe subentrare a un altro per via della revoca del primo; 
  • per promuovere la vendita del proprio immobile, il proprietario lo affida a più agenzie immobiliari.  

Secondo la giurisprudenza, una volta accertato che la conclusione dell’affare è avvenuta grazie all’intervento di più agenti immobiliari (anche in tempi differenti), la provvigione deve essere pagata dal cliente una sola volta e suddivisa tra i mediatori coinvolti

In altre parole, avranno diritto a dividersi la provvigione solo gli agenti che hanno effettivamente dato un contributo concreto alla conclusione dell’affare. 

PROVVIGIONE PER TUTTI, MA COME SI DIVIDE PER CIASCUNO? 

Gli agenti immobiliari intervenuti nella compravendita si spartiscono la provvigione in base al lavoro svolto da ognuno. 

Ciò significa che ogni agente immobiliare avrà diritto a una quota della provvigione commisurata all’attività svolta e a quanto è stata determinante per la conclusione dell’affare. 

Ad esempio, se il primo agente ha solo messo in contatto acquirente e venditore e il secondo ha curato tutte le successive fasi della trattativa, a quest’ultimo spetterà certamente una quota maggiore della provvigione. 

Ma attenzione! Se l’attività svolta dalla prima agenzia immobiliare è stata completamente vana per la conclusione dell’affare, mentre l’intervento della seconda è stato determinante per condurre le parti a un accordo, il diritto alla provvigione spetterà solo a quest’ultima. 

E NEL CASO SPECIALE DELL’UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA DI COLLABORAZIONE TUTELATA MLS? 

MLS Agent RE, Multiple Listing Service di proprietà del Gruppo FRIMM, è il primo MLS italiano. Permette la collaborazione tutelata di oltre 2.750 operatori immobiliari massimizzando guadagni, provvigioni e soddisfazione dei clienti acquirenti e proprietari.  

Ma come si divide la provvigione in questo caso? 

In MLS Agent RE ciascun agente immobiliare guadagna dalle provvigioni concordate con il proprio cliente e con i colleghi con cui collabora. Ed è davvero conveniente perché il cliente pagherà sempre un’unica commissione, quella stabilita con il suo agente immobiliare di fiducia. 

In altre parole, con l’MLS gli agenti immobiliari collaborano a vantaggio del cliente facendo gli interessi delle singole parti. Di conseguenza, come detto, la provvigione sarà corrisposta sia dall’acquirente che dal proprietario, ma unicamente al proprio agente di riferimento

Per concludere, l’agente immobiliare è un professionista a tutti gli effetti, al pari di qualsiasi avvocato o commercialista, che deve essere pagato correttamente per il lavoro svolto. Spesso la provvigione viene considerata un costo superfluo, sottovalutando però che dietro questa somma ci sono servizi, competenze legali, notarili, urbanistiche, burocratiche e tecniche indispensabili al successo di ogni compravendita immobiliare. 

Rispondi Annulla risposta

Powered by WordPress.com.

Up ↑

Exit mobile version
%%footer%%