Social media marketing 2014: prosegue il tour di formazione gratuito organizzato da MLS REplat e Fiaip

Corso di Social Media Marketing con MLS Fiap e MLS REplatCon le prime tre tappe in archivio, il tour di formazione sul Social Media Marketing per il mercato immobiliare organizzato da MLS REplat, MLS Fiaip e Fiaip tira il fiato prima di riprendere la sua corsa: nei primi tre appuntamenti di Genova, Torino e Milano, il responsabile del prodotto e della comunicazione di MLS REplat Giulio Azzolini e il responsabile della formazione Raffaele Giamundo, relatori del corso voluto dal presidente Paolo Righi e dal presidente Roberto Barbato, hanno già incontrato più di 150 agenti immobiliari Fiaip. Il corso proseguirà il prossimo 14 ottobre a Bologna.

Il corso di Social Media Marketing per agenti immobiliari si propone di illustrare le potenzialità pubblicitarie dei nuovi canali di comunicazione sociali e di spiegare come sfruttarli per ampliare la generazione di lead qualificati.

Perfezionato per le esigenze dei professionisti del mercato immobiliare, l’evento formativo ha come obiettivo quello di mettere a disposizione degli agenti stessi semplici ma efficaci strategie quotidiane, utili a costruire un network di follower interessati a vendere e comprare casa nonché a pubblicizzare correttamente i propri servizi e la propria offerta.

Gli studiosi di web-marketing hanno analizzato che una corretta strategia di comunicazione social permette a un’agenzia di raggiungere il 25% in più di clienti interessati: una fetta di mercato, questa, che non sarebbe possibile catturare con i tradizionali canali pubblicitari.

www.facebook.com/mlsreplat

LOCATION e DATE 2014
Genova: 22 settembre
Torino: 23 settembre
Milano: 24 settembre
Bologna: 14 ottobre
Pisa: 15 ottobre
Napoli: 23 ottobre
Palermo: 5 novembre
Catania: 6 novembre

Fusione perfezionata: nasce un unico grande Gruppo Frimm

Frimm_RESCompletata la procedura di incorporazione in Frimm Holding delle società Eurotrading SpA, Frimm Group SpA e Replat SpA

In data 23 luglio 2014 si è completato il procedimento di fusione cominciato nel dicembre 2013 che incorpora le società Eurotrading SpA, Frimm Group SpA e Replat SpA nella società Frimm Holding Srl, che poi, a breve, verrà trasformata in Frimm SpA. L’integrazione delle società Eurotrading, Frimm Group e Replat all’interno di un unico grande contenitore consente una semplificazione della catena partecipativa nonché un ulteriore consolidamento della mission aziendale, totalmente incentrata sul cliente: Frimm, ora unica grande società, diviene così uno dei più completi service provider del real estate italiano.

La fusione consente inoltre di razionalizzare costi e attività, e soprattutto una migliore leggibilità da parte delle banche e degli investitori che anche recentemente hanno mostrato interessi nei confronti del Gruppo. La nuova società costituita, di cui resta presidente Roberto Barbato, comincia a sua volta un percorso che la porterà a trasformarsi in Società per Azioni entro la fine del 2014. Frimm Holding Srl detiene un asset patrimoniale di circa 40 milioni di euro.

Attivo dal 2000, quello sotto l’egida del marchio Frimm è uno dei principali network del settore immobiliare italiano, con oltre 3000 operatori connessi alle oltre 1000 agenzie che quotidianamente collaborano grazie a MLS REplat, la piattaforma online (Multiple Listing Service) per la condivisione di portafogli immobiliari core business dell’azienda. Dal 2012 l’azienda si è sempre più specializzata nell’erogare servizi specifici per le agenzie immobiliari, distaccandosi dal concetto vincolante di franchising, affinando e migliorando il proprio prodotto di punta, il Multiple Listing Service REplat, fino a renderlo completamente trasversale utilizzabile dunque da qualsiasi agenzia a prescindere dalla sua affiliazione.

Scarica qui il comunicato in formato pdf

Per il Censis la crisi ha “dimezzato il mercato immobiliare”. La ripresa è attesa nel 2015

Mercato immobiliare dimezzatoDopo dieci anni d’oro, vissuti a cavallo del millennio (1997-2007), con la crisi globale il mercato immobiliare ha perso esattamente metà del suo potenziale in fatto di compravendite. Sono dati dell’istituto Censis di recente pubblicazione all’interno di un dossier realizzato in collaborazione con Rur (Rete Urbana delle Rappresentanze). Andando ai numeri: nel settore residenziale si è passati dalle 807mila abitazioni compravendute nel 2007 alle 403mila del 2013.

Come dire che il mercato delle case, nel 2013, è retrocesso di quasi 30 anni: quel volume di scambi si era fatto registrare infatti nel 1984. Anche confrontando i dati con il primo anno di crisi dell’immobiliare, il 2008, il calo al 2013 è comunque molto rilevante, con un fatturato che è passato da 112 miliardi di euro ad appena 68 miliardi (-39,7%). Per non parlare dei trend fatti registrare negli altri segmenti di mercato non residenziale: tra il 2008 e il 2013 è sceso del 50,9% il fatturato per il settore singoli uffici, del 55,1% il settore dei piccoli negozi, del 50,6% il mercato dei capannoni industriali.

Tirando le somme, il fatturato complessivo del settore immobiliare ha registrato una riduzione di 57,7 miliardi, che equivalgono a tre volte il fatturato della Fiat e a quasi la metà dell’Eni.

In ogni caso, i primi segnali di ripresa già visibili nel 2014 si concretizzeranno nel 2015, stando all’istituto di ricerca. Il prossimo anno, quindi, si prevede una risalita del mercato favorita dal tendenziale aumento dell’erogazione dei mutui, passati dai 90mila del 2012 ai 118mila del 2013, e da alcuni incentivi previsti nel decreto legge “Sblocca Italia”. 

MLS REplat si connette alla Repubblica Dominicana

Il Multiple Listing Service più diffuso in Italia apre i battenti anchea Santo Domingo, grazie all’iniziativa della società di investimenti “Houses for Sale in the World”. Obiettivo: soddisfare le richieste “caraibiche” di oltre 1.000 agenzie italianeper un mercato che rende tra il 6% al 12% grazie alla stagione turistica di 10 mesi

Houses for Sale in the WorldMLS REplat, la piattaforma online creata da Frimm che fa collaborare ogni giorno migliaia di agenti immobiliari in tutto il mondo, pianta un’altra bandierina virtuale anche nel Mar dei Caraibi, e precisamente nella Repubblica Dominicana. Merito dell’accordo raggiunto tra la branca estera del MLS italiano, MLS REplat International, e la Houses for Sale in The World (“H4S”), società presieduta da Eduardo Cirincio, broker italiano trapiantato a Santo Domingo e che lì ha costruito la sua “idea immobiliare”.

«H4S è una società per investimenti nel campo immobiliare costituita dai migliori professionisti del settore – spiega Cirincio – uomini e donne che dal settembre 2012 hanno creduto al mio progetto di diventare leader qui nella Repubblica Dominicana. Una terra fantastica, da anni meta tra le preferite degli italiani. La scelta di stabilire il mio business qui è giunta dunque come naturale risposta alla domanda: se fossi un investitore in cerca di alta redditività, dove investirei? Scartate destinazioni quali New York, Miami, Londra, gli Emirati Arabi o il Brasile, tutti mercati che già godevano di ampia rappresentanza in Italia, la scelta è caduta su questo paradiso, che in Italia non aveva rappresentanza nonostante l’enorme incremento di vendite dell’ultimo decennio».

Dopo le precedenti sette aperture estere in sei diverse nazioni (Inghilterra, Francia, Russia, Svezia, USA e Brasile) messe a segno in questo 2014 dunque, un nuovo e diverso mercato si apre all’espansione del principale Multiple Listing Service italiano, che ogni giorno definisce la routine lavorativa di oltre 3000 agenti immobiliari nostrani.

Un ambiente, quello del real estate dominicano, «certamente fertile, che rende mediamente dal 6% al 12% grazie ad una stagione turistica che dura 10 mesi pieni. È un mercato in crescita – sottolinea ancora Cirincio – ma mai soggetto a bolle immobiliari, trainato invece in maniera intelligente da politiche mirate ad aumentare ancora il flusso, con una politica fiscale che incentiva gli investimenti esteri, soprattutto quelli immobiliari, tutela la proprietà e il rientro dei capitali nei paesi di origine, costi di manodopera bassi, grande attenzione ai materiali e un sistema bancario autonomo propenso all’investitore estero».

«E poi – aggiunge – è un Paese che offre un lifestyle degno di Hollywood, ma a prezzi molto più accessibili, per non parlare della popolazione, adorabile, un alto livello di sicurezza, e una sanità efficiente e a costi relativamente contenuti. Del resto, se 65.000 italiani risiedono oggi in Repubblica Dominicana e 42.000 la visitano ogni anno come turisti, un motivo ci sarà».

Clicca qui per scaricare il comunicato in formato pdf

Il segreto per incrementare il fatturato? La collaborazione tramite MLS

Roberto BarbatoQuesta mattina, dopo aver ascoltato un’interessante conversazione tra due colleghi agenti immobiliari, ho sentito il bisogno di buttare giù due righe per condividere alcuni pensieri e informazioni con gli Aderenti a MLS REplat e col mercato. Tra l’altro colgo volentieri l’occasione per augurare a tutti un ottimo rientro dalle meritate ferie e una spettacolare ultima parte di 2014.

Dunque, stamattina riflettevo sul fatto che la percezione che il pubblico ha del mercato immobiliare italiano in questo momento è in qualche modo distante da quella che è in realtà. In particolare ritengo che l’impressione che i clienti hanno del nostro comparto sia più negativa della situazione reale. E lo dico con cognizione di causa, nonostante gli strascichi della crisi siano ancora lontani dall’essere esauriti: secondo l’Agenzia delle Entrate, ad esempio, i dati del primo trimestre 2014 sull’andamento complessivo del mercato immobiliare hanno finalmente registrato un segno positivo, crescendo dell’1,6% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente. E il settore residenziale ha segnato addirittura un +4,1% sulle vendite e una diminuzione dei prezzi.

Ma non finisce qui. Le agenzie che utilizzano l’MLS hanno fatturato bene anche nel mese di agosto! Una notizia che davvero mi ha fatto felice e che rappresenta una bella eccezione nel panorama italiano. Lo dico sempre e non mi stanco di ribadirlo: il segreto per incrementare il fatturato è la collaborazione tramite Multiple Listing Service, tutelata e senza sorprese.

A questo proposito mi fa piacere sottolineare l’importanza della gestione dei rapporti con i colleghi, vera e propria base per una proficua attività collaborativa: l’agente immobiliare è il nostro primo e miglior cliente! Solo con i colleghi potremo fare business in maniera proficua e continuativa nel corso dello stesso anno o addirittura della stesso mese. Se gestiamo bene le relazioni con i colleghi – e vedo tantissimi operatori che si stanno muovendo in questo senso quando mi ritrovo a eventi di settore e corsi di formazione – avremo un flusso di clienti e di immobili costante e di livello.

Certo, la cultura della collaborazione via MLS ha ancora dei fondamentali passi da compiere per essere completa. Uno di essi è certamente l’eliminazione della richiesta di storno: oggi chi non lo chiede, fattura di più. Non potrei dirlo in maniera più semplice di questa. Senza storno gli altri colleghi sono più invogliati a collaborare con noi e questo ci consentirà di ampliare il nostro giro di affari.

Basta negatività, quindi. Abbiamo gli strumenti e la forza per riprendere a fatturare come si deve. Insieme possiamo raggiungere risultati eccezionali!

Buon lavoro e buona ripresa.

Roberto Barbato

PS: un buon modo per conoscere colleghi e tenersi in contatto con loro è il nostro gruppo #MaiLavorareSoli su Facebook.

Frimm in piena sintonia con l’AGCM: modulistica aggiornata già lo scorso maggio

Frimm Network Immobiliare - Agenzie Immobiliari che collaborano su MLSFrimm, network immobiliare presieduto da Roberto Barbato e operativo sul territorio italiano dal 2000, in relazione al provvedimento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato pubblicato in data 21 luglio 2014 e in merito ad alcuni articoli pubblicati da organi di stampa a proposito della delibera dell’Antitrust sulla modulistica adottata dalle agenzie immobiliari affiliate al proprio marchio, precisa di aver garantito sin dal primo momento utile la massima collaborazione e trasparenza all’organo incaricato e, nello specifico, ai responsabili del procedimento.

In particolare, l’azienda ha immediatamente chiarito la propria posizione a proposito della presunta vessatorietà di alcune delle clausole inserite nella suddetta modulistica e, addirittura anticipando il provvedimento n. 24997 pubblicato sul bollettino 30/14  del 28 luglio 2014, ha provveduto ad aggiornare le clausole oggetto di contestazione già all’inizio dello scorso mese di maggio facendone opportuna comunicazione sul proprio sito internet (www.frimm.com) e all’intero network di agenzie tramite l’invio di email ad hoc nonché di avviso pubblicato all’interno dell’intranet aziendale. Frimm ha altresì messo a disposizione dei propri affiliati la modulistica aggiornata tramite file scaricabili dall’intranet previo deposito della medesima presso la CCIAA di Roma.

La solerzia dimostrata da Frimm, comprovata dalla notifica della memoria all’AGCM del suo difensore Avv. Riccardo Montani in data 21 maggio 2014, ha fatto sì che nel provvedimento a suo carico il tempo di esposizione sul sito internet del messaggio diretto ai consumatori e relativo alla pubblicità del deliberato dell’Autorità fosse di soli 10 giorni, in luogo dei 20 impartiti agli altri Franchisor coinvolti nel procedimento.

Nello specifico, Frimm ha comunicato di aver modificato le clausole contestate nella sintassi, rendendole immediatamente comprensibili anche a consumatori non avvezzi al linguaggio giuridico, senza che ne venisse snaturato o, di fatto, alterato il contenuto. In effetti, l’Autorità ha soltanto manifestato la necessità di rendere maggiormente comprensibili le clausole relative alla durata dell’incarico di mediazione con particolare riguardo al suo rinnovo, al concetto di esclusività tra le parti e alla clausola penale.

Frimm monitora costantemente l’operato dei propri Affiliati per garantire ai consumatori la massima professionalità e attenzione nella tutela dei loro diritti. Oltre ai canonici contatti telefonici ed email, l’azienda ha predisposto all’interno della sezione “Contatti” del proprio sito anche un form dedicato all’invio di reclami e suggerimenti.

Scarica la nota stampa in .pdf

Aperitivo con MLS REplat e Auxilia: a Milano l’immobiliare collabora anche così

Milano - evento MLS Replat per agenti immobiliariA seguito dell’accordo che da poche settimane ha sancito l’inizio della collaborazione tra il network di agenti immobiliari connessi alla piattaforma MLS REplat e la società di mediazione creditizia di Fiaip, Auxilia Finance, circa cento operatori del comparto immobiliare si sono incontrati in occasione del “Drink & Share” evento organizzato da Giuliano Tito, Master Lombardia di MLS REplat, nel celebre locale meneghino Just Cavalli.

Una piacevole abitudine per gli operatori immobiliari dell’area di Milano, che ultimamente hanno spesso portato a termine compravendite in collaborazione proprio in occasione della “stagione” degli aperitivi realizzati sotto l’egida di MLS REplat Lombardia.

Eventi in cui la parola chiave è sicuramente “collaborazione”, tra agenti immobiliari certo, ma nell’occasione soprattutto con i consulenti creditizi di Auxilia: tra un drink e l’altro si è infatti parlato del mercato dei mutui, delle sensazioni (per lo più positive) da parte degli operatori che notano come il 2014 sia già di suo un anno migliore del precedente, ancora un po’ “schizofrenico”.

Clicca qui per visualizzare la gallery fotografica dell’evento

MLS REplat: nel 2014 cresce dell’11% il numero delle collaborazioni registrate sulla piattaforma

Collaborazione tra agenti immobiliari: +11% nel 2014 con MLS REplatUn’analisi effettuata su un campione di 600 agenzie immobiliari mostra che nel primo trimestre 2014, gli operatori connessi al Multiple Listing Service hanno chiuso l’11% in più di compravendite in collaborazione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Roma è la città che fa registrare più contatti fra operatori in Italia, ma, in proporzione al numero di agenzie presenti, a Palermo si collabora di più

Dopo le aperture estere in Europa e Nord e Sudamerica di agenzie immobiliari connesse al sistema MLS REplat, e dopo gli oltre 70 nuovi contratti firmati sul territorio italiano in appena 6 mesi (la rete della collaborazione nella compravendita è cresciuta del +5%), Frimm comunica un nuovo dato positivo. Dall’ultima analisi effettuata dal Centro Studi Frimm sul proprio Multiple Listing Service, i dati più interessanti riguardano il numero delle collaborazioni tra gli operatori del network arancione, che è cresciuto addirittura del 11% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Lo studio è stato realizzato su un campione di 600 agenzie immobiliari in tutto il Paese (dunque il 50% circa della rete MLS REplat, di cui fanno parte circa 1.200 esercizi), e sono state analizzate 1.500 proposte d’acquisto registrate all’interno della piattaforma onlinenel primo trimestre 2014.

Un secondo dato che emerge dallo studio è relativo alla distribuzione geografica delle agenzie che hanno registrato all’interno della piattaforma proposte d’acquisto frutto di una compravendita in collaborazione. Delle 589 proposte registrate nel primo trimestre 2014 su MLS REplat, 376 appartengono ad agenzie dell’area di Roma (63,8%). Segue Palermo, con 95 (16,1%), quindi Milano con 32 proposte d’acquisto (5,4%), e infine Napoli con 20 (3,4%).

Interessante anche il rapporto tra numero di agenzie e collaborazioni effettuate nelle prime quattro città italiane in cui MLS REplat è più attivo: stavolta è Palermo la piazza più “collaborativa”, con quasi due collaborazioni effettuate per agenzia (precisamente 1,8/agenzia); il capoluogo siciliano è seguito da Roma, che presenta un rapporto agenzie/collaborazioni di 1,2; terza città è quindi Milano, con una media di 0,6 collaborazioni per agenzia; chiude Napoli, con una media di 0,2 compravendite trattate in collaborazione per agenzia.

Scarica qui il comunicato stampa in formato pdf

Consulenza creditizia: siglato l’accordo Auxilia Finance – MLS REplat

Accordo MLS REplat - Auxilia Finance: al centro da sinistra, il presidente nazionale FIAIP Paolo Righi, il presidente di Frimm Roberto Barbato e il general manager di Auxilia Samuele LupidiiI clienti delle agenzie immobiliari connesse al Multiple Listing Service partner di Fiaip si avvarranno dei servizi di consulenza creditizia di Auxilia Finance

Il presidente di Frimm, Roberto Barbato: «Una partnership di alto livello che garantisce un servizio di qualità ai clienti degli operatori che collaborano nella compravendita via MLS»

Il general manager di Auxilia Finance, Samuele Lupidii: «Più servizi e maggiori opportunità di finanziamento per chi utilizza l’MLS»

Lo scorso 2 luglio 2014 la sede nazionale di Fiaip a Roma ha ospitato la firma dell’accordo che ha sancito l’inizio della collaborazione tra MLS REplat, la piattaforma online per la condivisione immobiliare creata da Frimm numero uno in Italia per dimensioni – quasi 1.200 agenzie connesse, per 3.000 operatori senza distinzione di appartenenza a network o brand – e Auxilia Finance, società di consulenza creditizia di proprietà di Fiaip (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali), la più grande associazione di categoria del settore immobiliare in Italia, con oltre 10.000 associati e più di 15.000 agenzie immobiliari sul territorio.

Protagonisti dell’incontro il consigliere delegato e general manager di Auxilia Finance, Samuele Lupidii e il presidente di Frimm Holding, Roberto Barbato, che ha tenuto a sottolineare la strategicità di una partnership che punta dritto al cuore della “questione immobiliare” italiana ancora tormentata dalla crisi, vale a dire l’erogabilità dei mutui e l’equity di chi compra casa tramite un finanziamento.

«La parola d’ordine per la riuscita di questa proficua, ne siamo certi, partnership con Auxilia Finance è “conforto operativo” ovvero far vivere al cliente la pratica di mutuo come un passaggio semplice anche se centrale per la compravendita» ha spiegato il presidente Barbato. «L’accesso al credito è possibile, l’importante è saper approcciare in modo corretto e professionale la pratica di mutuo. I clienti degli agenti immobiliari hanno bisogno di consulenti creditizi affidabili e preparati: Auxilia Finance darà questo a MLS REplat».

«La partnership con il primo MLS italiano – dichiara Samuele Lupidii, consigliere delegato e general manager di Auxilia Finance – è la premessa necessaria per garantire il miglior approccio al mercato immobiliare e creditizio per una clientela consapevole che sempre di più necessita di servizi professionali innovativi. Auxilia Finance – ha aggiunto Lupidii – fonda gran parte del proprio Know how sulla prefattibilità della pratica: nel lavoro del consulente del credito non ci può più essere margine d’errore, dunque la prequalifica del cliente viene prima di tutto. Insieme a MLS REplat, un prodotto che funziona e che trascina il mercato, contiamo di dare alla clientela e più in generale al settore del mattone un servizio di altissima qualità».

Scarica qui il comunicato stampa in versione pdf

Napoli, MLS REplat e Fiaip in coro: “Riprendiamoci il mercato immobiliare grazie all’MLS”

Paolo Righi, presidente nazionale FIAIPNapoli, 30 giugno 2014 – MLS REplat e FIAIP insieme al convegno “Il cliente nell’era 2.0 dell’immobiliare”

Il presidente nazionale Fiaip Paolo Righi: «Facciamo squadra, collaboriamo e riprendiamoci il mercato grazie all’MLS»

Il presidente di Frimm Roberto Barbato: «L’MLS è un modo di pensare, ogni collega è un nostro associato: conosciamolo e sfruttiamo ogni potenzialità della collaborazione»

Lunedì 30 giugno il centro congressi dell’Hotel Ramada di Napoli è stato preso d’assalto da 120 agenti immobiliari, tutti presenti al convegno “Il cliente nell’era 2.0 dell’immobiliare” organizzato da Fiaip, MLS REplat e Fimaa Salerno, per ascoltare le parole di Paolo Righi, presidente della Federazione italiana agenti immobiliari professionali e di Roberto Barbato, presidente di Frimm, azienda titolare del più grande Multiple Listing Service italiano, MLS REplat, sul tema più caldo del momento, almeno in ambito immobiliare.

Con il mercato del mattone ancora in difficoltà – solo pochi giorni fa l’Istat ha dato notizia di un trend sulle compravendite in ripresa, anche se lenta – un approccio nuovo alla professione di agente immobiliare è infatti diventato tutt’altro che facoltativo. Soprattutto grazie al consolidarsi dei sistemi Multiple Listing Service, strumento “must have” degli operatori moderni.

«Oggi non può più essere sufficiente dotare la propria agenzia di un software MLS», ha detto nel suo intervento il presidente di Frimm, Roberto Barbato. «Bisogna metabolizzare la sua natura di strumento trasversale, strutturarsi in modo da sfruttarne tutte le potenzialità. Bisogna considerare innanzitutto i colleghi agenti come propri venditori. Anche se l’MLS consente collaborazioni a grandi distanze, è importante partire dal proprio microcosmo: conosciamo i colleghi a noi più vicini e capiamo qual è la loro offerta di immobili. Dobbiamo pensare agli immobili acquisiti dai colleghi come a immobili della nostra agenzia, e viceversa».

Al presidente Barbato ha fatto eco il presidente nazionale di Fiaip, Paolo Righi: «Quando tra 15 anni, l’Italia avrà superato il “digital divide”, il cliente verrà in agenzia solo se troverà gli agenti sul web. È necessario prendere coscienza del fatto che gli agenti immobiliari possono soddisfare una moltitudine di servizi online per il loro clienti, clienti che devono essere sempre al centro di una professionalità irreprensibile: solo così una compravendita può avere successo».

«L’MLS è un sistema – ha proseguito Righi – ma soprattutto una modalità operativa, un modo di pensare. Oggi anche grazie al nostro Cercacasa.it e alla correlazione con il sistema di interscambio immobiliare MLS Fiaip è possibile ottimizzare la promozione immobiliare in Italia. In più, con l’aumento della mobilità delle persone in Italia, l’MLS è ancor più indispensabile. Senza contare l’estero: basti pensare ai 75.000 immobili comprati all’estero da italiani nel 2013. Dunque, riprendiamoci il mercato. Facciamo squadra, sentiamoci colleghi. Scommettiamo tutti sull’MLS e su Cercacasa.it, sulla collaborazione fra agenti e facciamo il salto di qualità che ci meritiamo».

Scarica qui il comunicato stampa in formato pdf

“The 3C”: in archivio l’evento dedicato a MLS REplat International

Evento MLS REplat InternationalSi è conclusa ieri, 25 giugno, la prima edizione del “The 3C – Change Cooperation Communication”, l’evento organizzato e sponsorizzato dalla Franchising Consulting di Marco Surleti per REplat International (la branca internazionale della piattaforma creata da Frimm che fa collaborare gli agenti immobiliari) e dedicato all’incontro tra gli agenti immobiliari stranieri e il network della collaborazione MLS REplat. Dallo scorso 18 giugno circa 90 operatori provenienti da mezza Europa – soprattutto dalla Russia – si sono scambiati informazioni e si sono confrontati per una settimana sul tema della collaborazione, complici gli scenari suggestivi di due splendide regioni italiane, la Calabria e la Campania.

Questo vero e proprio festival del networking tra agenti immobiliari, e arricchito dalle presenze e dagli interventi di chi opera quotidianamente fuori dai confini italiani (come alcuni degli agenti protagonisti delle recenti nuove aperture estere di agenzie connesse a MLS REplat) ha posto l’accento sull’importanza della condivisione tra broker in un settore inevitabilmente diretto verso lidi sempre più digitali.

In sette giorni  l’evento ha toccato quattro suggestive località di mare quali la Costiera Amalfitana, la Costa dei Cedri, la Costa degli Dei e la Costa dei Saraceni, che hanno ospitato tre happening fatti su misura per il team building: la REplat International Cup (regata velica, 18-20 giugno), l’ExpoREplat Italy (fiera e workshop 21-22 giugno), e il Tour del Sole (open property itinerante, 20-24 giugno).

MLS REplat protagonista all’EIRE di Milano

MLS REplat - EIRE Milano 2014Si è tenuto questa mattina all’EIRE di Milano il workshop organizzato da FIMAA Milano, Monza e Brianza in collaborazione con MLS REplat e intitolatoMLS come acceleratore del mercato immobiliare: le nuove frontiere della collaborazione tra professionisti“. Relatore dell’evento, oltre a Roberto Bartolotta, membro di giunta FIMAA MiMB e coordinatore rilevazione prezzi immobili della Provincia di Milano, anche Luigi Sciascia, Area Manager per lo sviluppo di MLS REplat in Lombardia ed esperto di piattaforme di collaborazione immobiliare.

Sciascia (nella foto qui accanto) ha utilizzato il tempo a disposizione per far luce sullo stato attuale del Multiple Listing Service in Italia, per illustrarne i benefici per gli agenti immobiliari e per i loro clienti.

MLS REplat, la piattaforma Multiple Listing Service creata da Frimm che fa collaborare ogni giorno migliaia di operatori del settore immobiliare – ha detto Sciascia a margine dell’evento – ha raggiunto grazie alla presenza a questa decima edizione dell’EIRE lo status di attore principale del mercato italiano anche presso il grande pubblico. Un’attestato di fiducia che anche FIMAA Milano, Monza e Brianza che ringraziamo per l’invito, ha voluto dare al sistema di collaborazione tra agenti immobiliari”.

Immobiliare, dati ISTAT: dal 2006 mercato crollato del 47,4% ma è in (costante) recupero

Mercato immobiliare: trend 2013Raffrontando il numero di compravendite del 2006 – l’ultimo anno prima della crisi globale – con quelle del 2013, il rapporto è a dir poco avvilente: una differenza di quasi il 50% (esattamente il 47,4%) di case vendute in meno. Di buono c’è però che secondo i dati Istat di più recente diffusione, seppur le compravendite del quarto trimestre 2013 siano sempre in diminuzione se confrontate allo stesso trimestre del 2012 (-8,1%), queste sono invece in recupero rispetto alla variazione osservata fra il quarto trimestre 2012 e il corrispondente del 2011 (-25,7%). Insomma, il “crollo” del mercato è sempre più lento o, a voler vedere il bicchiere mezzo pieno, sempre più controllato.

Vediamo nel dettaglio i dati dell’Istat. Nel quarto trimestre 2013, sono 160.525 le convenzioni notarili per trasferimenti di proprietà di unità immobiliari. Sempre in diminuzione se confrontate allo stesso trimestre del 2012 (-8,1%), ma in recupero rispetto alla variazione fra il quarto trimestre 2012 e il corrispondente del 2011 (-25,7%). Variazioni negative si sono registrate sia per le convenzioni notarili su immobili a uso abitazione e accessori (-7,6%) sia per quelle a uso economico (-13,5%). Il 92,7% dei trasferimenti di proprietà ha riguardato abitazioni (148.835), il 6,5% unità a uso economico (10.449) e lo 0,8% (1.241) unità immobiliari a uso speciale e multiproprietà.
Infine nel quarto trimestre del 2013 sono state poco meno di 70mila le convenzioni notarili per mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare (esattamente 68.468). Un numero che conferma il rallentamento del calo (-1,3%) già osservato nei primi tre trimestri, e che  chiude l’anno con un dato complessivo del -2,9% rispetto al 2012.

MLS REplat sarà ospite all’EIRE di Milano: argomento, le nuove frontiere della collaborazione

EIRE 2014 - Expo Italia Real EstateMLS REplat, la piattaforma creata da Frimm che fa collaborare ogni giorno migliaia di operatori del settore immobiliare, sarà protagonista alla prossima edizione dell’EIRE, l’annuale fiera-evento del real estate italiano che si tiene a Milano e che quest’anno, al grido di “Qualificare l’offerta per dar valore all’Italia“, festeggia i dieci anni.

L’MLS arancione sarà dunque ospite d’onore il 25 giugno in casa FIMAA Milano, Monza e Brianza: la Federazione Italiana Mediatore e Agenti d’Affari terrà infatti all’interno del suo stand (padiglione 4, a partire dalle 11.30) il workshop dal titolo “MLS come acceleratore del mercato immobiliare: le nuove frontiere della collaborazione tra professionisti, con Roberto Bartolotta, membro di giunta FIMAA MiMB e coordinatore rilevazione prezzi immobili della Provincia di Milano, e Giuliano Tito, responsabile dello sviluppo per MLS REplat in Lombardia, in qualità di relatori.

 

La crisi è finita, il mercato immobiliare si riprende. Comandano Bologna, Genova e Roma

GraficoFinalmente, dopo tanta attesa, un dato reale: nel primo trimestre 2014 il mattone italiano è cresciuto del 1,6% rispetto al 2013. A fare da traino sono il settore commerciale (+4,7%) e il residenziale (+4,1%): a comunicarlo è una nota diffusa dall’Omi (l’osservatorio del mercato immobiliare) dell’Agenzia delle Entrate. Il dato, il primo positivo sul settore da anni, è influenzato dallo slittamento al 2014 di una parte dei rogiti per sfruttare la più conveniente imposta di registro.
Nel dettaglio, sono state 98.403 le transazioni chiuse nei primi tre mesi, con il residenziale che ha fatto segnare una crescita del 4,1%, più marcata al Centro (+10,5%) e al Nord (+4,7%), mentre resta negativo il Sud (-1,6%).
Secondo i dati dell’Omi l’aumento delle compravendite ha interessato meno i Comuni non capoluogo (+1,7%) e in misura maggiore i capoluoghi, che segnano un +8,8%, con un picco nei capoluoghi del centro Italia (+17,3%). Nella speciale classifica delle città in cui il residenziale è più avanti nella ripresa c’è Bologna in testa (+29,2%), quindi Genova (+25,3%), Roma (+21,4%), Torino (+10,8%), Firenze (+9,7%) e Milano (+3,4%).
Segno negativo invece per Palermo (-1%) e Napoli (-25,2%). Sul capoluogo campano però, il paragone con il 2013 è falsato dalle dismissioni del patrimonio immobiliare pubblico del Comune.
Quanto agli altri settori, il commerciale come detto fa segnare un +4,7% rispetto allo stesso periodo del 2013, il settore produttivo si assesta sul -0,8%, mentre il terziario addirittura (che comprende uffici e istituti di credito) sul -10,3%.